room_6

Bianco scandinavia

Girovagando per siti e agenzie on-line puoi anche trovare luoghi virtuali dove ti senti a tuo agio. Eh, sì, perchè case come quella che vi mostro oggi, ti fanno sentire subito a “casa”. Hanno quella luce e l’essenzialità di cui hai bisogno ogni giorno, tutto sembra essere perfetto. Non è soltanto cura dei dettagli. E’ quel saper vivere essenziale che si rispecchia nel modo di arredare una casa.

come sanno fare bene in Scandinavia.

Tonalità di grigio in tutte le sue sfumature, il bianco, come foglio di carta su cui disegnare, accenti di legno naturale, punte di nero, a sottolineare dettagli ed il gioco è fatto.

Tutto è pronto per mettere in scena la vita di tutti i giorni.

entry

room_2

room_4

room_3                  room_8

room_7.jpg

room_9.jpg                     bathroom_1.jpg

bedroom_2.jpg                     bedroom_1.jpg

Via Fantasticfrank.se

IMG_7967

TOTAL LOVE: Black String Forniture

Penso che per smaltire tutto il materiale fotografico del Salone del Mobile ci vorranno diverse settimane, ma voglio condividerlo con voi, affinchè l’ispirazione, la creatività, l’entusiasmo e la voglia di fare di quei giorni ci sia sempre. Forse è più un messaggio che lancio a me stessa, ma sono sicura che sarà utile ricordarlo anche a voi.

Amo il nero, totale, profondo, sublime, misterioso, elegante. In casa è sempre audace usarlo perchè bisogna saper calibrare molto bene la luce della stanza, sia quella naturale che quella artificiale, ma il risultato è sempre di grande effetto.

Questa è una dichiarazione d’amore e ammirazione, verso il deign nordico, in particolare per String Forniture

Buona Visione.

IMG_7958.JPG

IMG_7962.JPG

IMG_7963.JPG

IMG_7961.JPG

IMG_7966.JPG

IMG_7965.JPG

IMG_7969.JPG

IMG_7972.JPG

IMG_7973.JPG

 

IMG_8117

MDW_Satellite

Eccomi quì con la seconda parte del Salone del Mobile dedicato ai nuovi talenti emergenti. Sì, perchè il Satellite seleziona quelli che saranno i nostri designer preferiti tra qualche tempo.

Anche qui, come per il Salone, la selezione è stata difficile.

Buona visione.

IMG_8129             IMG_8128

EDGE_CARLO CITTERIO

IMG_8125

ANTJE PESEL

IMG_8124

ANNA BADUR/ ANNA WEBER

IMG_8122

VIICHEN DESIGN

IMG_8132

HANNA-KAARINA HEIKKILA

IMG_8131

HANNA SAROKAARI

IMG_8120

AGATA NOWAK

 

IMG_7910

MDW_Salone del Mobile di Milano

MDW, ovvero il Salone del Mobile di Milano. Il mio post arriva in ritardo su tutti i fronti, nonostante ciò ho deciso di pubblicare le foto che ho scattato in due giorni frenetici, di corse contro il tempo, di km sotto i piedi, di gente ovunque, di immagini che riempiono gli occhi, di amicizie ritrovate, di serate che durano giorni e di sveglie urlanti. Questo è un post fatto soprattutto d’immagini pericolo infatuazione!

Buona visione.

IMG_7912      IMG_7911

DOM EDIZIONI

IMG_7918.JPG HAYMANN

IMG_7923            IMG_7928

LA CHANGE

IMG_7930            IMG_7932

HARTO

IMG_7954            IMG_7942

PETITE FRITURE

IMG_7977

JONAS IHREBORN

IMG_7993          IMG_7995

TOLIX

IMG_8018        IMG_8020

IMG_8033

IMG_8040        IMG_8047

MUUTO

IMG_8057

E15

IMG_7983.JPG      IMG_7985

BYRIDENS

IMG_8096            IMG_8095

SAKURA ADACHI

Naturalmete, si tratta solo di una parte di ciò che ho fotografato, servirebbero svariati post per mostrarvi tutto. Qui ho fatto una selezione di alcuni dei miei brand preferiti e di arredi che mi sono piaciuti particolarmente.

Prossimamente, vi mostrerò la sezione Satellite.

See you soon.

 

 

 

AESOP_giappone

Tassonomia di un brand

Il post di oggi è dedicato interamente ad un brand, non è una sponsorizzazione (magari!), ma semplicemente una dichiarazione di amore e ammirazione. Sto parlando di Aesop.

clareowen_aesop.jpg

Clareowen

I loro prodotti sono favolosi, ma gli store sparsi per il mondo, sono assolutamente da visitare, anche solo virtualmente.  La ricerca e la sperimentazione, che sono alla base dei loro prodotti, sono caratteristiche che possiamo rileggere nei loro negozi, ognuno dei quali è unico, perchè creato ogni volta immergendosi nel contesto culturale locale ed utilizzando materiali tipici o facilmente riconoscibili dalla gente del posto.

Nella ricerca di nuove sedi, la nostra prima considerazione è quella di lavorare sempre con ciò che già esiste; camminiamo con passo leggero rispettando il passato, il presente e il futuro. E’ nostra sincera intenzione inserirci nel tessuto della strada e aggiungere qualcosa di valore, piuttosto che imporre una presenza discordante.”

AESOP_germany

Ha aperto recentemente uno store a Milano in Corso Magenta. Il consept del negozio si rifà alle dispense delle ville anni ’30 e alle botteghe artigianali della zona. Piastrelle in ceramica verde acqua che dialogano con il giallo degli scaffali angolari. Insomma, se siete da quelle parti per visitare L’ultima Cena di Leonardo da Vinci, una tappa da Aesop è doverosa!

AESOP_milano_corso magenta.png

AESOP_milano_corso magenta.jpg

E adesso via per un giro intorno al mondo passando per Parigi, Stoccolma, Colonia, Londra, Ginza,  Melbourne, San Paolo, Portland, New York e Tokio

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Greenterior_01_coffeeklatch

GREENTERIOR

Mai titolo fù più azzeccato per un libro che parla d’interni e verde. Eh, sì perchè Greenterior è il titolo di  un libro pubblicato da uno studio creativo belga, Coffeeklatch, curato da Magali Elali e Bart Kiggen,  in cui sono raccolte immagini, strepitose, ed interviste, easy, di 18 personaggi del mondo della fotografia, della moda, del design e dell’editoria.

Mi piace particolarmente perchè non sono le solite case stra-belle, stra-moderne, stra-costose e stra-impossibili per noi che viviamo in un mondo parallelo, ma appartamenti vissuti da gente “normale”, in cui il verde delle loro piante sono le vere protagoniste.

Fatevi un bel caffè e gustatevi le immagini.

cover_coffeeklatch.jpg

Greenterior_MarkColle.jpg

Greenterior_MartynThompson.jpg

Greenterior_ShabdSimonAlexander.jpg

Greenterior_AnaKras.jpg

Si può acquistare su Amazon, è un pò costoso, ma penso ne valga la pena!

cover-nuova collezione-2016-broste-copenhagen-Casa al 21_08

Shopping on line.

Il freddo da noi è appena arrivato, ma al Nord, precisamente a Copenhagen, il brand Broste Copenhagen ha già pubblicato la linea primevera/estate 2016 per la casa. La scelta dei rosa polvere, dei verdi e dei grigi è assolutamente nelle mie corde. A voi piace?

nuova collezione-2016-broste-copenhagen-Casa al 21_01

nuova collezione-2016-broste-copenhagen-Casa al 21_07.jpg     nuova collezione-2016-broste-copenhagen-Casa al 21_02

nuova collezione-2016-broste-copenhagen-Casa al 21_06.jpg

nuova collezione-2016-broste-copenhagen-Casa al 21_05.jpg

E luce fù.

Alzi la mano chi non diventa meteoropatico in questo periodo dell’anno. Gli ultimi giorni del mese di Gennaio per me sono sempre quelli più faticosi, complice la temperatura esterna che scende e la poca luce al mattino, poi l’idea di accendere la luce anche di giorno mi butta giù.

Quello che possiamo fare in casa, se non abbiamo una buona esposizione o quando le giornate sono grigie, è organizzare bene lo spazio davanti le finestre per sfruttare al meglio la luce naturale.

interni_tende_luce_casaal21_1

Image via Vtwonen

Se proprio non riusciamo ad “aprirci” verso l’esterno spalancando le tende e rinunciando a un pò della nostra privacy, una soluzione è quella di cambiare  il tessuto e il colore delle tende in base alle stagioni, un pò come si fà con i vestiti.

interni_tende_luce_casaal21_9       interni_tende_luce_casaal21_10.jpg

Image via Coco lapine design

Il mio appartamento, ad esempio, si affaccia all’interno di un cortile condominale e d’inverno la luce diretta c’è solo per qualche ora al mattino, mentre d’estate c’è tantissima luce e fà molto caldo.

Quello che faccio è una sorta di “cambio stagione” alle finestre. Durante l’inverno, scelgo tessuti sottili e leggeri con tonalità chiare o pastello che lasciano filtrare la luce ed il calore, mentre d’estate opto per tessuti naturali, come il cotone o il lino,  e tonalità più decise, in modo da filtrare la luce, ma anche il calore.

interni_tende_luce_casaal21_7              interni_tende_luce_casaal21_8
Image via Varpunen

 

Questo è anche un modo per rinnovare con poco la nostra casa, così da essere calda e luminosa d’inverno, fresca ed accogliente d’estate.

 

parquet-scandinave-vieilli-large-800x800

A PIEDI NUDI NEL PARCO

Se c’è una cosa che amo fare è camminare a piedi scalzi in casa e quando arriva la bella stagione adoro camminare a piedi nudi nel parco, con le dovute accortezze! Invece, se c’è una cosa che non amo è camminare su un pavimento freddo, soprattutto la mattina appena sveglia. Purtroppo, il pavimento della mia piccola casa in affitto non solo è in marmittoni, ma ha perso la sua lucentezza da tempo!

Il mio sogno è quello di avere un pavimento in parquet e nella prossima casa farò di tutto per averlo. Già m’immagino la mattina davanti la finestra a fare il saluto al sole.

I vantaggi del parquet sono moltissimi, personalmente mi piace per la capacità di saper “riscaldare” ogni ambiente, per la sua unicità e per la piacevole sensazione che si ha camminando a contatto con un materiale naturale “vivo“che respira insieme alla casa

Poi sfatiamo un tabù: il parquet può essere usato anche in bagno e in cucina! Bisogna solo avere un pò di attenzione nell’asciugare le goccie d’acqua che possono cadere dopo la doccia e pulire prontamente l’eventuali macchie di unto in cucina, cosa che faremmo comunque con un qualsiasi pavimento!

parquet-batons-rompus-blanc-et-brut-800x364image via karl lempereur

parquet_appartement-berlin-02-800x636image via studio karhard

Sono da preferire i parquet incollati a quelli flottanti, perchè hanno una maggiore stabilità, e assicurarsi che i posatori utilizzino solo colle prive di formaldeide.

parquet_decor8_bedroomimage via decor8

La scelta del parquet, ormai, non si limita solo alle diverse essenze, le più comuni sono in acero, rovere, faggio, doussie e teak, o alla posa e composizione, ma nella personalizzazione del parquet. Sì, perchè il legno utilizzato può essere “decorato” e “colorato” con un risultato davvero unico ed avere un parquet di design.

parquet_anguissola_01.jpg

parquet_fornasetti_02                      parquet_fornasetti_03

image via xilo1934

Certo, bisogna fare i conti con le tasche e con l’ambiente, ma a lungo andare la spesa iniziale sarà ripagata da un pavimento che con il tempo manterrà intatta tutta la sua bellezza e con una cura continua saprà confortarci nella scelta.

soggiorno

HOME TOUR, BERLIN BOY

Prima d’iniziare questo w.e. lungo di Dicembre, vi porto in un nuovo “Home Tour”. Dalla luce che entra dalla finestra e dalla palette morbida, scelta dallo studio Vintagency , sembra di essere in qualche paese scandinavo, invece siamo nella vivacissima Berlino.

soggiorno 5

Gli architetti hanno realizzato un intervento light, niente stravolgimenti, hanno lavorato soprattutto attraverso tocchi di colore ed un sapitente mix di stili, interpretando la personalità del proprietario di casa.

Alla base dell’arredamento ci sono mobili scandinavi e stile industriale, un mix che amo particolarmente. L’uso di toni neutri allargano visivamente lo spazio che così viene liberato dal superfuo. Il risultato è un appartamento minimalista ed essenziale, ma che risulta accogliente e contemporaneo.

camera letto.jpg